top a

Lettere legale

NOTA BENE: le risposte presenti in questa sezione  hanno carattere puramente informativo e non costituiscono parere o consulenza legale.

 legale scrivere 2018

Spese ordinarie e straordinarie: linee-guida per la determinazione

Una delle cause che alimenta il conflitto tra i genitori, coniugati o meno, riguarda l'individuazione di quelle spese che rientrano nel mantenimento ordinario dei figli, e quelle che invece sono da cosiderarsi extra assegno, indipendentemente dall'ammontare che ciascun genitore deve poi corrispondere. Le linee guida giungono in soccorso proprio per facilitare e rendere più trasparente e previamente valutabile la concreta distinzione tra le due voci di credito, così da ridurre in via preventiva il contenzioso,  grazie all'ausilio di criteri di base atti a definire quando le spese per i figli possono essere considerate ordinarie o straordinarie, soggette o meno al preventivo consenso.

Leggi tutto

Quando non paga l'assegno di mantenimento

Sono la mamma separata di un bambino di 10 anni. Il mio ex da circa un anno ha smesso di pagare gli alimenti stabiliti con la separazione, ho provato a chiederne conto, ma dice che ha difficoltà sul lavoro e non riesce a darmeli, ma che devo avere pazienza.

Leggi tutto

Il divorzio "breve"

Il divorzio breve è una modalità prevista dalla legge 55/2015 che riduce a 6 o 12 mesi (a seconda dei casi) il tempo di separazione minimo necessario per poter poi chiedere il divorzio.

Leggi tutto

Guida alla determinazione dell'assegno di mantenimento

In questa guida sono indicati i principali principi di natura legale che è necessario conoscere per determinare( o modificare successivamente) sia la natura che l'entità dell'assegno a favore dell'ex, in caso di separazione coniugale/di coppia di fatto. Recentemente (2017) la Corte di Cassazione ha introdotto  importanti modifiche in merito al principio del mantenimento per l'ex più svantaggiato economicamnete del tenore di vita precedente alla separazione (2017)

Leggi tutto

Mia moglie cambia città coi figli. Ne ha diritto?

Mia moglie, da cui sono separato da circa 3 anni, ha deciso di andare a vivere in un'altra città, per avvicnarsi ai suoi genitori. Peccato che in questo modo si allontana da dove abbiamo vissuto e dove io lavoro di circa 100 km, cosa che rende impossibile il mio diritto di frequentare i figli? Può fare una cosa del genere?

Leggi tutto

Diritto di visita. Come funziona?

E' importante sapere come funziona Il diritto di visita perché questo regola la modalità con il quale ciascuno dei genitori separati può incontrare il figlio. All'interno del diritto di visita vengono stabiliti i giorni e i momenti che i figli trascorreranno con mamma o con papà dopo la loro separazione, a seconda anche del regime di affidamento stabilito dal Tribunale.

Leggi tutto

Gli impegni economici dei nonni verso i nipoti

I nonni devono mantenere il nipote se il genitore è inadempiente. Il Tribunale condanna un nonno a versare al nipote l'assegno alimentare in luogo del figlio inadempiente, ma la Corte d'appello ribalta le sorti della causa: la madre del bambino era in grado da sola di occuparsi economicamente del minore

Leggi tutto

Congedo parentale

La legge riconosce al padre lavoratore dipendente il diritto al congedo parentale, anche nel caso in cui la madre non ne abbia diritto (ad esempio nel caso quest’ultima sia disoccupata o sia una colf), in passato invece, se la madre non lavorava e quindi rimaneva a casa, il padre non poteva assentarsi dal lavoro.

Leggi tutto

Separazione consensuale o giudiziale?

Dopo una separazione di fatto avvenuta tre mesi fa, sento che è necessario procedere legalmente alla separazione con la mia ex moglie. Fino ad ora non ho proceduto (nè lo ha fatto la mia ex) perchè il clima fra noi era pessimo, e mi sembrava necessario lasciare un pò sbollire la questione.. ma forse ho fatto male, visto che le cose non sono affatto meglio, anzi, tantèche sto pensando ad una separazione giudiziale piuttosto che ad una consensuale.

Leggi tutto

Come calcolare l'assegno di mantenimento

Da poco ho deciso di separarmi dalla madre dei miei figli per incompatibilità caratteriali. In attesa di formalizzare la separazione legalmente, mi chiedevo su quali parametri potevo immaginare di calcolare l’assegno di mantenimento, sulla base del quale imbastire poi la separazione consensuale.

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookies per assicurarti una migliore esperienza di navigazione.